DANTE A VERONA

Si ricostruisce l’affascinante storia del soggiorno del sommo poeta Dante Alighieri alla corte della Signoria Scaligera, nei primi due decenni del Trecento, evidenziando rinomati e antichi luoghi legati alla sua presenza.

Partendo da Porta Borsari, ove si racconta del Palio del Drappo Verde citato nell’Inferno dantesco, si giunge davanti alla chiesa di S. Elena, vicina alla biblioteca capitolare, in cui, secondo la tradizione, Dante vi avrebbe discusso la sua Quaestio de acqua e terra nel 1320. Ingresso in Santa Anastasia, dove nel 2012 è stato rinvenuto un affresco raffigurante proprio Dante. Fermata obbligatoria in Piazza dei Signori per ammirare i palazzi scaligeri in cui soggiornò Dante e la statua a lui dedicata nel 1865. Il percorso si conclude nella chiesa di San Fermo, ove i discendenti del Sommo Poeta si fecero erigere una cappella nel XVI secolo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.