VERONA IN GENERALE

L’affascinate itinerario intende indagare la pregnanti vicende storico-culturali di Verona attraverso l’analisi dei monumenti più significativi che la caratterizzano e grazie a cui Verona diventa città dell’UNESCO.

Dopo aver percorso in pullman la riva sinistra d’Adige si prosegue a piedi per la visita nel cuore più antico del centro storico.

Veduta aerea di Verona

Mezza giornata (durata: 2 ore e mezza)

In pullman: Partendo da porta Nuova, si costeggiano le mura rinascimentali, con le porte Palio e S. Zeno, progettate dall’architetto Sammicheli (XVI sec.). Si può, quindi, ammirare la basilica romanica di San Zeno, con il rosone e i bassorilievi della facciata, affiancata dal campanile e dalla torre dell’abbazia.

(Su richiesta  è possibile visitare il chiostro e la chiesa al suo interno che custodisce gioielli quali i portali bronzei (XI-XIII sec.) e la pala d’altare di Andrea Mantegna; nella cripta, le spoglie del santo patrono. In esclusiva, la possibilità di una visita all’adiacente palazzo dell’abbazia, con lo splendido affresco romanico, quasi certamente connesso all’imperatore Federico II di Svevia).

Da qui si percorre il corso porta Palio, sul tracciato della romana via Postumia, fino a Castelvecchio, ultima residenza degli Scaligeri (XIV sec.); si passa accanto all’arco romano dei Gavi (I sec. d.C.) e si prosegue per corso Cavour, su cui si affacciano i palazzi Canossa e Bevilacqua di Sammicheli (XVI sec.). Dopo aver fiancheggiato la romana porta Borsari (I sec. d.C.), si attraversa il ponte della Vittoria (XX sec.), dal quale si scorge il ponte di Castelvecchio (XIV sec.) e la zona collinare con il santuario della Madonna di Lourdes (XIX-XX sec.). Costeggiando quindi la riva sinistra dell’Adige, si ammirano il Duomo (XII sec.), la chiesa di San Giorgio (XVI sec.) ed alcuni  preziosi villini in stile liberty (XX sec). Oltrepassata porta San Giorgio (XVI sec.): la chiesa di S. Stefano (VI-XII sec.), il ponte Pietra (I sec. a.C.), i resti del teatro romano (I sec. a.C.), la chiesa di S. Anastasia (XIV sec.), la chiesa di S. Maria in Organo (XVI sec.). Infine, si attraversa il ponte Navi, si ammira la chiesa di S. Fermo, di stile romanico e gotico (XI-XIV sec.); si scende, quindi, al ponte Nuovo.

(Su richiesta, è possibile ammirare la città di Verona dall’alto, con suggestiva  vista panoramica, dalla collina su cui sorge il santuario della Madonna di Lourdes)

A piedi: Percorso il romano cardo massimo, si sosta alla casa di Giulietta, con il leggendario balcone; si giunge, quindi, in piazza Erbe, corrispondente al foro romano, di cui si ammirano le opere d’arte e gli edifici che la circondano. Passando sotto l’arco della Costa, si giunge in piazza dei Signori/piazza Dante con l’antico palazzo comunale (fine del XII sec.), con la torre dei Lamberti; la rinascimentale loggia del Consiglio, e i palazzi degli Scaligeri di Cangrande e di Cansignorio (metà XIV sec.). Attigua ad essi è la chiesetta di S. Maria Antica, con il cimitero scaligero e le arche pensili di Cangrande I, Mastino II e Cansignorio. Da via Mazzini, si arriva in piazza Bra nella quale domina l’anfiteatro romano detto Arena (I sec d.C.) e su cui si affacciano importanti edifici come il municipio cittadino (XIX sec.), la Gran Guardia (XVII sec.), il Museo Lapidario Maffeiano. Infine, si percorre il listón, la storica passeggiata dei veronesi.

Nel periodo natalizio è possibile concludere l’itinerario con la visita alla Rassegna Internazionale del Presepio tenuta all’interno dell’Arena di Verona. Negli arcovoli dell’anfiteatro, secondo una tradizione ormai consolidata, vengono esposte celebri rappresentazioni delle Natività provenienti da tutto il mondo.

Giornata intera (durata 5 ore)

E’ possibile integrare l’itinerario proposto “Verona in generale”, con una visita ai siti e ai monumenti più suggestivi e significativi della CITTA’, che possono essere suggeriti dai percorsi tematici sviluppati in questo sito (ad esempio: chiese principali o il Musei ecc.).

In alternativa, al giro in città “Verona in generale” (da effettuarsi in mattinata), può essere associato un itinerario (pomeridiano) nella PROVINCIA, ad esempio: il lago di Garda; Soave; la Lessinia;; il monte Baldo; la Valpolicella; il Basso veronese etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.