L’ADIGE A VERONA

L’Adige a Verona

Un incantevole itinerario che narra la storia della città attraverso il millenario rapporto con il suo fiume: dall’età romana alla pregnante epoca medievale sino all’età veneziana, asburgica e contemporanea. Si trattano vari temi tra cui quelli riferiti alle numerose e rovinose piene a seguito di cui la città venne modificata, dopo il 1882, secondo il nuovo assetto dettato dalla costruzione dei muraglioni e dal prosciugamento di una diramazione dell’Adige, da cui lo storico toponimo “Interrato dell’acqua morta”.

Particolare riferimento è dato all’epoca medievale in cui il fiume costituiva una vera e propria risorsa economica; grande via di comunicazione, nonché importante centro d’attività lavorative e mercantili di cui noti i lanifici, le segherie ma anche le figure dei mugnai, sabbionari, conciatori di pelli ecc. che con i loro mestieri abitavano le rive dell’Adige.

L’itinerario prevede un’avvincente stimolante  passeggiata tra le bellezze naturalistiche e momumentali con  partenza dal ponte di Castelvecchio, quindi passando alla riva sinistra d’Adige, per poi attraversare gli altri storici ponti, della Vittoria e Garibaldi, arrivando a quello  più antico, il ponte Pietra, eretto in età romana. Lungo il percorso si è colti da un’insolita prospettiva che costeggia le rive del fiume in cui si ammirano fastosi palazzi, chiese, il teatro romano, mura e fortezze di diversi periodi.

Adige

Il fiume Adige e il suo ecosistema.

Questo accattivante itinerario, una stimolante passeggiata  che ha inizio da Castelvecchio e prosegue poi verso il ponte Pietra lungo l’ansa del fiume Adige, intende approfondire il singolare aspetto geomorfologico osservando e individuando vari tipi di piante e di animali, in particolare gli uccelli, ma anche i numerosi pesci che vivono il fiume. Tra i molteplici spunti tematici si avrà modo di trattare, inoltre, l’aspetto inerente a questo ecosistema che nell’interazione con l’ambiente urbano rischia inesorabilmente di essere intaccato ed alterato; si pongono quindi possibili soluzioni al problema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.